"QUADERNI DEL LABORATORIO DI EDITORIA" dell'Università Cattolica

"Quaderni del Laboratorio di editoria"

Una collana sul mondo dei libri (edizioni educatt-Università Cattolica)

realizzata in ogni fase dagli studenti  del laboratorio di editoria

 

La copertina

Roberto Cicala, 100 anni di editoria.

Storia dell’Istituto Geografico De Agostini. 1901-2001

Con iconografia a cura di Paolo Boroli, presentazione di Marco Drago, 2004, pp. 86, ill.

Dall’inchiostro alla rete l’evoluzione di una casa editrice che dalla specializzazione cartografica iniziale ha aperto nuove strade ai libri turistici e illustrati ma anche alle enciclopedie e ai fascicoli in edicola, fino alla nuova frontiera del multimediale: per trovare nuove forme di comunicazione e divulgazione della cultura. Le radici e le prospettive di uno dei più grandi gruppi editoriali europei.

 

Libro, lasciami libero. Introduzione letteraria all’editoria

Illustrazioni originali di Gemma Ciarlo, 2005, pp. 108, ill.

Un libro sui libri: un’agile e curiosa antologia letteraria con citazioni sul libro nella storia, sulle parti del libro, sulle fasi di produzione e sui luoghi dei libri. è anche un breve manuale di editoria nel segno del verso di Pablo Neruda che dà il titolo: «Libro, lasciami libero».

  

 

 

Gaetano Volpi, Avvertenze utili e necessarie agli amatori de’ buoni libri (1756),
 con note e illustrazioni, presentazione di Edoardo Barbieri, 2006, pp. 84, ill.

Fino a dove può spingersi l’amore per i libri? Nel Settecento dell’enciclopedismo e degli studi eruditi Gaetano Volpi, abate padovano affetto da bibliofilia, ci trasmette la passione per i libri nei suoi aspetti più inusuali: in 144 lemmi piccoli segreti dell’editoria, senza dimenticare che «i libri hanno gli stessi nemici dell’uomo: il fuoco, l’umidità, il tempo e il proprio contenuto» (Paul Valery).

 

  

Libri e scrittori da collezione. Casi editoriali in un secolo di Mondadori

a cura di Roberto Cicala e Maria Villano, presentazione di Gian Carlo Ferretti, 2007, pp. 338. ill.

Editoria e letteratura s’incontrano negli studi qui raccolti. Sei collane sono prese a modello: dalla prima, “Bibliotechina de «La lampada»” alla rivoluzione degli “Oscar” al prestigio dei “Classici italiani” e alla poesia dello “Specchio”. Dalle corrispondenze emergono risvolti inediti di Ungaretti, Saba, Sbarbaro, Buzzati e altri autori. E sono studiati anche i progetti editoriali naufragati, rivelando la nascita del motto “In su la cima”. Edizione ricca di riproduzione di documenti.

 

Le carte di Rebora.
Libri, autografi e immagini: un itinerario nella vita e nelle opere del poeta

Catalogo della mostra nel cinquantesimo anniversario della morte

a cura di Lege, presentazione di Roberto Cicala e Valerio Rossi,  con una nota di Luciano Erba, 2007, pp. 108, ill.

Catalogo illustrato con quei «libri e scritti e carte» che a metà della sua vita Clemente Rebora (1885-1957), l’autore dei Frammenti lirici, volle «giustiziare» per seguire la sua «scelta tremenda».

 

Voci dell’editoria. Interviste sui mestieri del libro

con un’intervista finale a Beppe Severgnini, 2008, pp. 160, ill.

Come nasce un libro? Dalla penna dell’autore alle bozze del redattore e alle macchine del tipografo, fino agli scaffali di librerie e biblioteche o alle schermate su web, il percorso è lungo e articolato e molti sono i mestieri che intervengono nella sua realizzazione. Quasi cinquanta interviste, tra il professionale e il personale, ci raccontano l’editoria al giorno d’oggi.

 

 

 

Bruno Blasselle, Il libro. Dal papiro a Gutenberg,

estratto a uso didattico,
2009, pp. 132, ill.
Qualunque sia la sua forma o il suo contenuto, il libro resta comunque l'espressione più compiuta e durevole dell'avventura umana. L'autore ne ripercorre la storia e la preistoria, a partire dai più antichi supporti della scrittura, fino alla diversificazione dell'oggetto a seconda della funzione comunicativa e sociale.

 

 

Quo vadis libro? Interviste sull’editoria italiana in tempo di crisi,
2009, pp. 128, ill.

Esiste davvero una crisi del libro? Di quali dimensioni? Di chi è la colpa? Quali le soluzioni? Dalla letteratura per l’infanzia alla saggistica, dalla manualistica alla narrativa, editori grandi e piccoli  rispondono a queste e altre domande. Ecco un’aggiornata ricognizione nel mondo dei libri per scoprire che «proprio nei momenti di crisi i lettori si fanno più sensibili alle necessità dell’informazione e alle proposte culturali. La crisi resta, ma i libri hanno in sé un potere che va sempre oltre» (dall’intervista di Elisabetta Sgarbi di Bompiani).

 

Libri e scrittori di via Biancamano. Casi editoriali in 75 anni di Einaudi,

a cura di Roberto Cicala e Velania La Mendola, presentazione di Carlo Carena,
2009, pp. 620, ill.

Con testi di Oreste Del Buono, Ernesto Ferrero, Sebastiano Vassalli e altri. Passione e ricerca, editoria e letteratura, sperimentazione e memoria s’incontrano negli studi raccolti in occasione dei 75 anni della casa editrice di Giulio Einaudi. Dalla storia del simbolo, lo struzzo, ai progetti delle collane, con i mitici “Gettoni” di Vittorini, sono svelati aspetti anche inediti di successi come Il sergente nella neve di Rigoni Stern, La Storia della Morante o Gli zii di Sicilia di Sciascia, illuminando, attraverso lettere, illustrazioni e documenti, ‑ le scelte editoriali di Saba, Contini, Rodari, Fenoglio, Mastronardi, Lalla Romano, Natalia Ginzburg e altri autori di via Biancamano.

 

Non è un caso che sia successo. Storie editoriali di best seller,

presentazione di Roberto Cicala, 2010, pp. 152, ill..

Non è un caso che sia successo. Storie editoriali di best seller è un nuovo volume che raccoglie quasi sessanta schede su best seller uniti da “successo” e “caso (edizioni Educatt, "Quaderni del Laboratorio di editoria dell'Università Cattolica"). Dal Candido all’Ulisse, dal Piccolo Principe a Pippi Calzelunghe, da Il fu Mattia Pascal a Il nome della rosa, da Madame Bovary a Twilight, da Harry Potter a Gomorra… quasi sessanta casi editoriali analizzati tra scoperte, rifiuti, riletture, traduzioni, polemiche e trasposizioni cinematografiche: questi libri, in vetta alle classifiche grazie a idee rivoluzionarie, copertine irriverenti, scelte editoriali geniali e soprattutto storie affascinanti, continuano a conquistare il pubblico. Perché un successo non è mai un caso, anche se in parte lo è. Un viaggio tra passato e presente della letteratura mondiale.

 

Italia tra le righe. I libri della nostra storia,
con interviste a Melania Mazzucco e Sebastiano Vassalli,
presentazione di Roberto Cicala, Educatt, 2011, pp. 160, ill.
Un’Italia da leggere per capire la nostra identità dopo 150 anni. Tra le righe di alcuni dei libri più amati riemerge una storia personale e collettiva composta da generazioni di autori, editori e lettori. dall’epopea risorgimentale ai drammi delle guerre fino alle cronache odierne. Oltre cinquanta casi editoriali analizzati da giovani di oggi: dai Promessi sposi a Gomorra, dal Gattopardo a Io non ho paura, da Salgari a Rodari, da Levi a Eco, dalla Morante alla Fallaci.

 

Narrami o libro. Quando i romanzi parlano di editoria,

presentazione di Roberto Cicala, illustrazioni di Tullio Pericoli

Educatt, 2012, pp. 152, ill.

Nel mare dei libri quanti romanzi hanno per protagonista il mondo dell’editoria? In una ricerca di giovani lettori ecco una selezione di opere, da Flaubert a Pennac, da Sciascia a Saramago: un invito alla lettura e un’antologia letteraria a tema in Narrami o libro. Quando i romanzi parlano di editoria, Dalla scrittura alla tipografi a, dalla biblioteca alla libreria il libro racconta se stesso. a opere celeberrime come Madame Bovary a best seller campioni di vendite come Il codice Da Vinci, passando per la brillante leggerezza della Matilde di Roald Dahl e l’immensa e misteriosa biblioteca del Nome della rosa, troverete un personalissimo quadro della narrativa dedicata all’editoria in forma di invito alla lettura.
 

Il bello e il vero. Petrarca, Contini e Tallone tra filologia e arte della stampa

a cura di Roberto Cicala e Maria Villano, presentazione di Carlo Carena

con testi di Gianfranco Contini, Maria Corti, Giulio Einaudi, Giovanni Pozzi, Enrico Tallone, Giuseppe Ungaretti e altri, Educatt, 2012, pp. 108, ill-
«Che il bello potesse convogliare il vero, fu un’idea che nacque in lui spontaneamente» ha scritto Gianfranco Contini di uno dei più grandi stampatori del Novecento, Alberto Tallone, erede di una tradizione italiana che, da Manuzio a Bodoni, ha tramandato il valore della composizione manuale a caratteri mobili e delle tirature limitate e curatissime. Nel centenario della nascita dello studioso è ricostruita la loro collaborazione, esemplare del rapporto tra filologia ed editoria, tra forma e contenuto, a partire da una fondamentale edizione dei Rerum vulgarium fragmenta di Petrarca stampata a Parigi nel 1949 e salutata da Ungaretti come un «miracolo».

 

Roberto Cicala, Inchiostri indelebili. Itinerari di carta tra bibliografie, archivi ed editoria. 25 anni di scritti (1986-2011),

Educatt, 2012, pp. 416, ill, euro 25

Scritti su bibliografia, carte d’archivio, sociologia dei testi ed editoria raccolti nel decennale del Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica. I testi spaziano dalla medioevale Vita di san Pier Damiani alle edizioni cinquecentesche dell’umanista Pietro Martire d’Anghiera primo storico del «Nuovo Mondo» , passando per i romanzi storici ottocenteschi e per esperienze di cultura religiosa, di Clemente Rebora su tutti, per arrivare alle edizioni postillate e alle forme di comunicazione sociale costituite da periodici e cataloghi librari, fino allo studio di inediti di scrittori come Rodari, Gadda, Soldati e Vassalli e a capitoli fondamentali della storia dell’editoria del Novecento, da Zanichelli a Mondadori, da Einaudi a Feltrinelli.

 

 

 

 

editoria.letteratura.it

www.unicatt.it/librario

 

Ordina questo volume presso il servizio librario di Educatt: clicca qui.

 

Nasce il nuovo EDUCatt - studiare in Università Cattolica è ancora più facile

A cura di Laboratorio di Editoria - Facoltà di Lettere e Filosofia - Università Cattolica, Milano
powered by