"LABORATORIO DI EDITORIA" dell'università Cattolica di Milano

Il principe degli atlanti.
Ricordo di Achille Boroli

Mercoledì 11 maggio 2001 il grande editore ricordato a un mese dalla scomparsa
nel  corso di editoria dell'Università Cattolica di Milano con interventi
del figlio Pietro, attuale presidente di De Agostini e di Utet, e di Roberto Cicala
 
Mercoledì 11 maggio 2001 il Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica di Milano, alle 16,30 in aula Bontadini (largo Gemelli 1), ricorda la lezione di Achille Boroli, il grande editore dell’Istituto Geografico De Agostini, a un mese dalla morte, con un ricordo del figlio Pietro Boroli, attuale presidente della casa editrice, e di Roberto Cicala, studioso di editoria e autore di Cento anni di editoria,. Storia dell’Istituto Geografico De Agostini di recente ristampato da Educatt come dispensa per il corso di editoria dell’ateneo milanese.

Achille Boroli (1913-2011) è stato uno degli ultimi “editori protagonisti”, timoniere di un’azienda divenuta leader mondiale nei settori degli atlanti e delle enciclopedie a fascicoli.

Come è stato scritto all’indomani della morte, «forse per i non addetti ai lavori il nome di Achille Boroli non riporta immediatamente a una figura nota. Eppure, i suoi prodotti li hanno maneggiati, visti, toccati, letti (il suo ramo imprenditoriale è stato l'editoria) milioni di italiani. Anzi: se crescita culturale vera c'è stata, in questo Paese, nell'immediato dopoguerra, molto lo si deve al lavoro della famiglia Boroli e al marchio che, una volta detto, tutti riconoscono senza incertezza alcuna: Istituto Geografico De Agostini».

Ciò che ha contraddistinto il Gruppo Editoriale De Agostini negli ultimi 100 anni è l’attività di divulgazione della conoscenza nei suoi diversi aspetti: dal sapere enciclopedico, alle grandi opere di cultura, dai testi scolastici, ai libri e alle collane editoriali dedicate al “come fare” di tutti i giorni. In quest’ambito tematico si articola una grande produzione che va dai bambini più piccoli, ai ragazzi ed alla famiglia, attraverso formati che spaziano dalle tradizionali collane vendute in edicola o in abbonamento, ai libri, a siti Web, fino alle applicazioni per gli smartphone. De Agostini Editore ha responsabilità di coordinamento e di gestione strategica, in Italia e nel mondo, di tutte le realtà operative nel settore editoriale del Gruppo.

Pietro Boroli, nato a Novara il 21 novembre 1957, laurea in Scienze Politiche all'Università di Pavia, ha iniziato nel  1979 la sua collaborazione con l'Istituto Geografico De Agostini, diventando nel 1981 assistente del direttore Generale, Marco Drago, attuale presidente del Gruppo. Nel 1984 è stato nominato Direttore Pubblicità e l’anno dopo Direttore Commerciale Fascicoli e Periodici, coordinando oltre all'attività italiana anche quella sui mercati esteri. Dal 2003 è presidente di De Agostini Editore, la sub-holding editoriale. Ricopre varie cariche all'interno di società del Gruppo, fra cui quelle di Presidente di Utet, amministratore di Lottomatica e Zodiak Media.

100 anni di editoria è il titolo di un libro sulla storia della De Agostini, con oltre cento di d'archivio e 80 pagine, realizzato e ora ristampato per il corso di editoria nella facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Cattolica, a firma del docente del corso, Roberto Cicala (edizioni Isu, ora Educatt). Come si legge nella presentazione, nelle parole del presidente Marco Drago, «dall'inchiostro alla rete la vocazione di De Agostini, che ha raggiunto una leadership mondiale nelle opere a fascicoli, diffuse in 33 Paesi e in 13 lingue diverse, si è sempre contraddistinta in una strategia che intende coniugare tradizione e innovazione. Partito da una carta geografica, De Agostini l'ha popolata di cose, parole e immagini, prima mute poi audiovisive e multimediali, mantenendo però sempre l'uomo al centro». Il libro racconta una lunga parabola editoriale con risvolti tecnici, storici e molte curiosità, per esempio sulla nascita del celebre Atlantino De Agostini, sui primi atlanti italiani incisi su pietra e stampati a più di dieci colori, sulle prime opere illustrate a colori, sulla scoperta del "canale edicola", fino alle nuove frontiere del web…
 

A cura di Laboratorio di editoria dell'Università Cattolica


Torna